Visura Catastale: perché richiederla?

La visura catastale è un documento pubblico rilasciato ufficialmente dalla banca dati telematica dell’agenzia delle entrate (ex agenzia del territorio), contenente i dati identificativi degli immobili (il comune, la sezione urbana, il foglio, la particella, il subalterno, la zona censuaria, ecc.) e rendita catastale dell’immobile, da cui poter calcolare le tasse immobiliari quali Imu e Tasi.
La visura catastale è particolarmente utile durante la trattativa di compravendita, qualora sia necessario disporre di documenti per il calcolo dell’ICI o per la dichiarazione dei redditi, in attività di ricerca immobiliare per acquisto o locazione e in caso di ricerca di beni immobili estesa a tutto il territorio nazionale.
Per ogni immobile inoltre è disponibile l’intestazione degli immobili, cioè l’indicazione dei dati anagrafici e delle quote di appartenenza dei proprietari e degli eventuali altri soggetti che vantano diritti rilevanti sull’immobile (come, ad esempio, gli usufruttuari)
Per maggiore chiarezza infine riportiamo qui di seguito il significato dei dati identificativi catastali e di classamento dell’immobile che si leggono all’interno della visura:
  • eventuale sezione urbana, che individua una zona del territorio comunale
  • numero di foglio, che identifica una macro area del territorio comunale
  • numero di particella, contenuta nel foglio, che identifica un determinato fabbricato
  • eventuale numero di subalterno, che indica con precisione la singola unità immobiliare.

Posted on 13 agosto 2013 in Visura

Condividi

Back to Top